Ravenna Culture

Salta ai contenuti
Ravenna Culture
 
Sei in: Home » Notizie » Aspettando il Festival delle Culture, due appuntamenti in città nel week end

Aspettando il Festival delle Culture, due appuntamenti in città nel week end

Venerdì 29 maggio si terrà il seminario "Non solo vittime, non solo corpi. Parole, storie e sguardi per ripensare l'accoglienza dei minori migranti" e la presentazione del libro "Regine d'ebano".

Due sono gli appuntamenti previsti per domani, venerdì 19 maggio, nell’ambito dell’anteprima “Aspettando il f

stiamo-arrivando

estival delle Culture 2017”. Dalle 14.30 alle 17, nell’aula 4 di palazzo Corradini, in via Mariani 5, si terrà il seminario “Non solo vittime, non solo corpi. Parole, storie e sguardi per ripensare l’accoglienza dei minori migranti”.

Quali sono i motivi che spingono un numero sempre crescente di minori a intraprendere i pericolosissimi e incerti viaggi che (auspicabilmente) li porteranno in Europa? Quali sono le loro aspirazioni e le loro idee di futuro? I sistemi nazionali sono attrezzati per comprendere le storie di queste ragazze e di questi ragazzi e per rispondere alle loro necessità?

A queste e altre domande proveranno a rispondere gli esperti nazionali e internazionali che interverranno al seminario organizzato da Annalisa Furia dell'Università di Bologna e rivolto a operatori del settore, studenti e a tutti gli interessati.

Per ragioni organizzative è richiesta l'iscrizione all'indirizzo email: Annalisa.furia@unibo.it .

 

Dalle 18.30, nel Grinder coffee lab, in via Di Roma 178, si terrà la presentazione del libro “Regine d’ebano” (Edizioni Vertigo) di Paolo Pobbiati, insegnante, attivista e componente del consiglio direttivo di Amnesty international Italia.

L’autore – intervistato dalla giornalista Chiara Bissi – presenterà il suo libro e affronterà, insieme al pubblico, temi di attualità legati all’immigrazione.

“Un viaggio tra passato e presente. Tra religione e storia, politica e leggende. Nell' Etiopia nel XVIII secolo, funestata da dispute acerrime per la conquista del potere e della supremazia spirituale, si muovono anche figure di un fascino unico come la regina Mentewab e l'avventuriero James Bruce, giunto in Etiopia per uno scopo ben preciso e poi travolto da un destino imprevedibile. Carlo e Maryam sono invece una coppia determinata a trovare il Tabot segreto o "Clavicola di Re Salomone". Ma non sono gli unici ad essere interessati a questa reliquia segreta; piccoli gruppi di diverso orientamento religioso si muovono nell'ombra per scongiurare che quell'oggetto misterioso possa rivoluzionare ciò che è stato costruito in tanti anni di storia”.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Libreria Longo e con Amnesty International Gruppo 87 Ravenna.

Il Festival delle Culture e tutti gli appuntamenti che lo precedono sono promossi dal Comune di Ravenna – Casa delle Culture con numerosissimi soggetti - associazioni e singoli cittadini – che divisi in gruppi di lavoro hanno dato vita alle varie iniziative attraverso un tavolo di progettazione partecipata.